Ora locale: 02:14 pm

Viale della Repubblica, 153 84047 - Capaccio Paestum (Sa)

3.0 km da Paestum

+39.0828.851686

* Miglior Prezzo Garantito
+
PRENOTACHIUDI

Articoli Blog

Immagine

Prenotare un viaggio online. Vantaggi e Svantaggi.

Internet è ormai nelle nostre vite da più di vent’anni e piano piano è diventato indispensabile, rivoluzionando anche il modo in cui facciamo acquisti.

Ordinare un oggetto online è spesso comodo, veloce e più economico in confronto a un acquisto in negozio e questo discorso vale anche per le prenotazioni di viaggio via internet. Se molti hanno ora completamente abbandonato le agenzie di viaggio fisiche, alcuni, presi dell’entusiasmo, finiscono con l’incappare in truffe e perdere considerevoli quantità di denaro. Ecco quindi i pro e contro che bisogna tenere a mente quando si prenota un viaggio online.

I vantaggi.
Il primo vantaggio del prenotare un viaggio online è sicuramente la comodità. Tutte le possibili destinazioni e alberghi sono a portata di clic sul computer o sullo smartphone, prenotabili da casa in pochi minuti. Siti come Trivago o Skyscanner rendono inoltre possibile confrontare le offerte per una determinata data o destinazione, permettendo così di organizzare un itinerario di viaggio che soddisfi tutte le necessità. Un altro elemento importante è quello del risparmio.

Scopri
Immagine

Continuano le magnifiche visite virtuali ai magnifici patrimoni artistici italiani sul canale YouTube del MiBACT.

E’ il turno del Parco Archeologico di Paestum. Il direttore del sito archeologico, Gabriel Zuchtriegel, fa una mini lezione di architettura.

Il Parco Archeologico di Paestum partecipa alla campagna La cultura non si ferma. Con un bellissimo breve video ci guida all’interno del parco per farci conoscere le ‘affinità’ della Poseidonia di Salerno con la monumentalità del tempio della regina degli egizi, Hatshepsut. E’ abbastanza normale pensare che la cultura greca ed egizia non abbiano molto a che vedere dal punto di vista architettonico l’una con l’altra.

Scopri
Immagine

Colazione mediterranea, cosa mangiare per mantenersi in forma.

Ha un buon potere saziante e aiuta a combattere la fame. Ecco perché è ideale per non ingrassare.

La dieta Mediterranea ha innumerevoli benefici. Come evidenziato da diversi studi, oltre a fare bene alla salute del cervello e abbassare il rischio di andare incontro a malattie metaboliche, cardiovascolari e tumorali, favorisce il peso forma. Ma in che modo seguirla fin dal primo pasto della giornata? “La regola base per fare una colazione mediterranea è scegliere alimenti semplici. Occorre inoltre puntare su cibi di stagione, possibilmente prodotti a chilometro zero, dando precedenza a quelli senza additivi e zuccheri aggiunti», suggerisce la nutrizionista Valentina Schirò, specializzata in scienza dell’alimentazione. “Poi, è necessario comporre il pasto in modo vario, alternando i diversi cibi e associandoli in modo tale da assicurarsi il giusto apporto di carboidrati, proteine e grassi salutari per regolare in modo ottimale il senso di fame e di sazietà e favorire la costruzione della massa magra”. Ecco cosa suggerisce di mangiare l’esperta per una colazione mediterranea utile per mantenersi in forma.

Scopri
Immagine

L’ingrediente segreto della Dieta Mediterranea.

Pomodori, melanzane, peperoncini, fichi, alici, legumi, pasta… La dieta mediterranea non è – solo – una questione di cibo, ma di come si mangia, di come si vive e di come si trasmette alle nuove generazioni.

Il sole si fa spazio tra le foglie dei fichi e mentre scendo in paese una serie di “Buongiorno, signorina” dalle finestre mi dà il benvenuto; «Ha dormito bene?». “Ha visto com’è bello il mare questa mattina?”. Nel castello le voci si fanno più intense, i ragazzi tra chiacchiere e risate sono pronti per la giornata della premiazione, oggi è il loro giorno.

Sono a Pollica, cuore del Cilento e culla della Dieta Mediterranea, che dieci anni fa è stata riconosciuta dall’Unesco patrimonio immateriale dell’umanità. Per celebrare questa nomina, il Future Food Institute ha scelto Pollica per il suo Food & Climate Shapers Boot Camp – Mediterraneo Edition, una sei giorni di lezioni e incontri per ragazzi sui modelli di sviluppo sostenibile con ricercatori, imprenditori e figure istituzionali del mondo agroalimentare sostenuta da Barilla, da Google, dal centro di ricerca olandese Taste, da Food for Climate League e dal Fondo mondiale per la diversità delle colture Crop Trust: conferenze, ma non solo, un’immersione totale nel territorio e una challenge promossa da Barilla, per cambiare il mondo ricetta dopo ricetta.

Scopri
Immagine

“Nuova” piramide alimentare: la dieta mediterranea come modello sostenibile.

Bere acqua, mangiare tutti i giorni non solo cereali ma anche due o tre porzioni di frutta e verdura, limitando il consumo di carne. Sono solo alcune delle indicazioni della piramide alimentare aggiornata.

La piramide alimentare è un modo intuitivo per spiegare quali alimenti, in quali quantità e con che frequenza è meglio mangiare. Nel gradino più basso della piramide trovano posto i cibi che in linea teorica dovrebbero essere “alla base” della nostra alimentazione quotidiana mentre, mano mano che si sale verso la punta, sono indicati quelli da consumare con moderazione. La prima versione della piramide alimentare risale al 1992 ed è stata messa a punto negli Stati Uniti per combattere l’obesità crescente. Nel corso degli anni, però, le varie scoperte in ambito nutrizionale hanno imposto una revisione di alcuni principi. Nella nuova piramide alimentare, rispetto alla precedente, cambiano infatti un po’ di cose, vediamo quali.

Scopri
Immagine

Dieta mediterranea, 5 benefici che (forse) ancora non conoscete.

Sono sempre di più gli studi che dimostrano come la dieta mediterranea sia in grado di dare una mano all’organismo a preservare la salute.

“Uno dei grandi vantaggi è la presenza in grande varietà di micro e macronutrienti che hanno un’eccellente azione antiossidante e antinfiammatoria, utili per proteggersi da diversi disturbi e malattie”, dice Valentina Schirò, biologa nutrizionista e specialista in Scienza dell’alimentazione. Con l’aiuto dell’esperta vediamo nel dettaglio quali benefici ha che forse ancora non conoscete.

1. Mantiene attiva la mente.
La dieta mediterranea si è dimostrata essere un’ottima alleata della salute del cervello. «La verdura, la frutta, l’olio extravergine d’oliva e tanti altri alimenti simbolo di questo stile alimentare hanno una vera e propria azione neuroprotettiva. Sono infatti in grado di difendere i neuroni, le cellule cerebrali dal decadimento cognitivo. Il pomodoro, in particolare quello cotto, per esempio, è ricco di licopene, un carotenoide che migliora la circolazione e protegge dall’invecchiamento precoce, aiutando la mente a mantenersi efficiente anche con l’avanzare dell’età».

Scopri
Immagine

In Italia, con l’auto e alloggiando in hotel: ecco la vacanza da sogno post-Covid.

La parola chiave per tornare a muoversi è sicurezza, per questo l’estero può aspettare. In molti torneranno a rivolgersi agli agenti di viaggio per trovare soluzioni su misura.

A dispetto della pandemia, con l’avvicinarsi della bella stagione, in molti si interrogano sulle prossime vacanze. La voglia di viaggiare degli italiani non è diminuita, anzi, ma l’incertezza regna sovrana. A fare una previsione ci pensa allora l’Associazione italiana agenti di viaggio (AIAV) che all’indomani della partenza della campagna vaccinale ha interpellato telefonicamente 700 viaggiatori.

Pronti a partire appena possibile e, ovviamente, in sicurezza, sarebbero l’81% degli italiani. Il 58% degli intervistati ammette che sceglierà una destinazione italiana, ritenuta più sicura e semplice da raggiungere rispetto alle mete straniere. Il 20% non ha ancora le idee chiare e solo il 7% del campione azzarda l’ipotesi di un viaggio in Grecia. Grande il desiderio di andare ai Caraibi o alle Maldive. La Spagna, solitamente in testa alla classifica delle destinazioni preferite, è stata nominata solo dal 4% degli intervistati.

Scopri
Immagine

Perché i cartelli dell’hotel “Non disturbare” stanno scomparendo.

Il tuo diritto a dormire potrebbe venire in secondo piano rispetto ad alcuni problemi più grandi.

I viaggiatori che bramano la privacy nella loro camera d’albergo non possono più fare affidamento sul cartello fuoriporta per tenere fuori il personale. Il primo passo in questa direzione è stato fatto dalla Disney che ha provveduto a sostituire la dicitura “Non disturbare” con “Camera occupata” sul cartellino fuoriporta. Questa sottile modifica ha lo scopo di ricordare agli ospiti una nuova politica aziendale che prevede l’ispezione obbligatoria delle camere da parte ogni 24 ore, senza eccezioni. (Se il cartellino “Camera Occupata” dovesse rimanere esposto più a lungo di questo termine, il personale busserà e si annuncerà prima di entrare).

Scopri
Immagine

Una terra tra mito e storia: Paestum.

Origini e cenni storici di una delle più belle città della Magna Graecia.

Fondata dai greci intorno al 600 A.C., si chiamava inizialmente Poseidonia, da Poseidone, o Nettuno, dio del mare, al quale la città era stata dedicata. Tra il 400 e il 273 avanti fu occupata dalla popolazione italica dei lucani. Nel 273 divenne colonia romana col nome di Paestum. Ma è indubbio che la fondazione della città fosse preceduta dall’impianto di una fattoria commerciale sulla sponda sinistra e presso la foce del fiume Silaros e che le condizioni malariche del terreno indussero poi i primitivi coloni a spostare il centro abitato verso oriente, su un banco calcareo leggermente rialzato sulla pianura e sul litorale, lungo il corso di un’altro fiume minore (fiume Salso o Capofiume). Dall’impianto primitivo sul Silaros sviluppò il porto marittimo e fluviale della città e presso di esso sorse il Tempio di Era Argiva, che diventò presto uno dei più grandi e venerati santuari dell’Italia antica: circa 50 stadi separavano la città dallo Heraion e dal suo emporio sul fiume. La fine dell’Impero Romano coincise grosso modo con la fine della città. Verso il 500 D.C., infatti, in seguito ad un’epidemia di malaria, aggravata dall’insalubrità del territorio, gli abitanti gradualmente abbandonarono la città. La riscoperta di Paestum risale al 1762, quando fu costruita la strada moderna che l’attraversa tuttora.

Scopri
Immagine

Una Città dalle tante attrazioni.

Paestum: una vacanza tra Storia, Natura, Gastronomia e tanto sano divertimento.

Se appartieni alla schiera di coloro che desiderano una vacanza in grado di conciliare svago e cultura, hai individuato il luogo giusto, Paestum ne è infatti un concentrato. La sua lunga (15 Km) e ampia spiaggia, bagnata dal mare del Cilento è una meta ambita in estate. Una pineta molto estesa si frappone fra la strada litoranea e la spiaggia. Al riparo della sua frescura, nelle ore più calde, è veramente piacevole consumare un pasto e rilassarsi prima di tornare sulla spiaggia. Qui sorgono diversi campeggi e villaggi, attrezzati di tutto punto, dove potrai vivere il contatto totale con la natura senza rinunciare alle comodità della vita moderna.

Nella pineta o direttamente sul limite della spiaggia potrai trovare anche diversi hotel. Poco distante dalla spiaggia si ergono i maestosi templi, ottimamente conservati, i quali ti offriranno il fascino di un mondo antico che però ha lasciato tracce indelebili nel DNA della nostra civiltà occidentale. Il fascino di riti antichi si respira in questi tre mirabili luoghi di culto pagano dedicati a dei dell’Olimpo come Hera, a cui fu dedicato il tempio più grande ed antico, conosciuto col nome di basilica e fu dedicato anche il tempio cosiddetto di Poseidone per via di un errore. Il terzo fu dedicato ad Atena, l’antica dea della sapienza, e fu chiamato di Cerere anch’esso a causa di un errore.

Scopri

Archivi